Pero: città d’immigrazione

John Foot
Pero: città d’immigrazione (1950-1970)
Comune di Pero, Pero, 2002

Questo libro presenta i risultati di una ricerca che ha voluto ricostruire l'ampio processo di immigrazione che ha coinvolto l'area di Pero tra gli anni cinquanta e settanta del Novecento. Sono gli anni in cui l'Italia conosce una fase di crescita economica senza precedenti per intensità e concentrazione, ma una crescita alla quale lo sviluppo sociale e istituzionale del paese ha faticato (spesso fallendo) nel tenere il passo. Quella dell'immigrazione a Pero è una storia che, se da un lato è esemplare del più generale fenomeno che ha riguardato nello stesso arco di tempo tanto Il "triangolo industriale quanto la Lombardia e Milano, dall'altro presenta caratteri peculiari e specifici che hanno fatto di Pero una vera e propria 'città di immigrati" e le hanno dato una connotazione mescolata e composita, talvolta contraddittoria. L'indagine ha reso quindi necessario un continuo e reciproco rimando tra storia locale e storia generale, tra i dati ricavati dall'archivio comunale, le memorie e le autobiografie degli abitanti e la letteratura storiografica sull'Italia contemporanea (senza dimenticare i contributi della sociologia dell'ultimo trentennio): questo nell'ambizione di comprendere meglio la prima e aggiungere qualcosa di significativo alla seconda. Quella dell'immigrazione a Pero è però anche una "storia dimenticata" o almeno tramandata assecondando alcuni luoghi comuni e alcuni preconcetti. Uno degli obiettivi di questo volume è proprio quello di smontare questi luoghi comuni e questi preconcetti.

Share